Perché il Bitcoin sta scendendo?

Perché il Bitcoin sta scendendo?

Il panico circonda il mondo delle criptovalute e quasi tutti, in questi giorni, non riescono a capire cosa stia succedendo: il loro amato Bitcoin sta apparentemente “crollando”, addirittura arrivando a sfiorare i 385$ (300€) nonostante fino a 50 giorni fa si trovasse posizionato comodamente oltre i 650$ (500€).

Poi, in pochi giorni (dall’11 settembre) il crollo verticale e la domanda da un milione di dollari per questo intrigante mercato: BUY or SELL?

Lo dico fin da ora, come sempre in maniera audace e controcorrente: ASSOLUTAMENTE BUY!

E cercherò di spiegare anche il perchè… E ad esser sinceri non mi sembra neanche un’analisi troppo ardua da fare.

Le ipotesi sul campo sono, a mio parere, soltanto due ed entrambe molto interessanti per il futuro della criptovaluta.

Bitcoin è già crollato una volta

1596394_10204440503960243_1847720488_oAvete già dimenticato gli ultimi mesi del 2013, quando avvenne esattamente la stessa cosa? Un gruppetto ben organizzato fece probabilmente il colpo del secolo, attuando la stessa identica tecnica: nonostante il periodo favorevole, queste persone vendettero improvvisamente (e contemporaneamente) un ingente quantitativo di Bitcoin, così da abbassarne il valore e far entrare nel mercato altri investitori. Questi ultimi, facendosi prendere dalla paura, reagirono con una “panic sell”, ovvero vendendo a loro volta tutti i propri Bitcoin, ancor più velocemente, fino ad arrivare a un notevole abbassamento del valore del BTC. In questo modo, il gruppo iniziale poté poi ricomprare tutti i BTC venduti a bassissimo prezzo, prima che il titolo ricominciasse a salire conseguentemente alle stelle. Non è un caso che a dicembre dello scorso anno questa storia finì con un prezzo di addirittura 1.150$.
Ebbene, la mia ipotesi è che stia accadendo di nuovo, probabilmente proprio a partire dallo stesso gruppo: ci stanno riprovando, sfruttando l’onda positivissima delle notizie sulla criptovaluta. Notizie vantaggiose, che palesano l’interesse per Bitcoin da tutto il mondo (tanto per cominciare, da parte di PayPal) e stanno attirando più investitori possibili nella trappola, in modo da far crollare il prezzo, sempre pronti all’ultimo istante a ricomprare i BTC a basso prezzo e a farli salire probabilmente anche a più degli storici record di dicembre 2013.

L’ipotesi Alibaba

10708422_10204440499920142_1753551047_nUna sola parola: ALIBABA’. Ma stavolta i 40 ladroni non c’entano nulla. O forse sì: mi riferisco al colosso cinese dell’e-commerce che ha registrato la maggiore IPO nella storia della Borsa. Superando eBay, Twitter e LinkedIn messi assieme, e con più di 100 milioni di azioni scambiate in soli 10 minuti, questo “Amazon dell’Est” si assesta su un valore di oltre 230 miliardi di dollari (si dovrebbe scrivere più o meno così: 230.000.000.000$). A questo punto, voi direte “che c’entra questo con i nostri BTC?” Beh, più di quanto immaginate. Infatti, il mercato cinese (sul quale opera prevalentemente Alibaba) solitamente opera su una media del 38% del totale delle transazioni Bitcoin (ovvero circa 19.000 BTC al giorno). Stranamente, proprio in vista dell’IPO di Alibaba le transazioni BTC in Cina hanno toccato il 52% (oltre i 30.000 BTC al giorno). Questo cosa potrebbe significare? Semplicemente che i maggiori investitori cinesi potrebbero aver deciso di liquidare temporaneamente i propri BTC in vista dell’IPO per entrare in Alibaba, scelta saggissima dato il valore raggiunto dalle sue azioni (arrivate a 93$ contro i 68$ iniziali).

BUY or SELL?

BUY! Poiché se la prima ipotesi fosse vera, allora tra poche settimane il prezzo del BTC sarà alle stelle, forse anche al di sopra del record di 1.150$; se invece fosse vera l’altra ipotesi, allora gli abili investitori, sicuri dei guadagni a medio-lungo termine incassati dalle azioni Alibaba, saranno subito pronti a reinvestire nei primi mesi del 2015 buona parte dei ricavi in BTC, riprendendo le loro posizioni originarie prima dell’IPO del colosso cinese.

Dunque il mio consiglio è di sfruttare questo crollo del prezzo per comprare a un prezzo sempre più basso i BTC: per il prezzo che hanno ora, vale pure la pena di dimenticarseli nel cassetto, aspettando 5/6 mesi e rischiando magari di fare addirittura un x6/x7 (forse che non siamo già abituati a questi sbalzi “pilotati” del BTC…?)

Il mercato stavolta mi darà ragione? A voi il beneficio del dubbio…

You might also like …

Post Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *